Il portale  WEB  nasce per dare voce a tutti i cittadini  che intendono civilmente combattere le disfunzioni poste in essere da chi , senza scrupoli ,

si pregia  ostacolare il progresso civile , economico e culturale del nostro comune. 

   E' ora di assumerci le nostre responsabilità e smettere di riporre le proprie speranze nei leader " saggi , potenti e competenti " : dobbiamo decidere e agire per noi stessi.

  Nell'area <Segnalazioni dei cittadini> potrai inviare ogni utile notizia necessaria per il nostro vivere sereno.

                                                                                       Il promotore del sito        

                                                                                        <         eliano        >

                                                                                      

PER LE BATTAGLIE SOCIALI PROMOSSE DAL COMITATO DIFESA CONSUMATORI , E' RICHIESTA LA TUA ISCRIZIONE NEL LIBRO SOCI . 

 

DIFENDI I TUOI DIRITTI !

 

____________________________

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATAcomitatodifesaconsumatori@associazione-pec.it

Estratto Gazzetta Ufficiale Concorsi

Il Comitato Difesa Consumatori ha attivato un servizio di trasporto sociale dedicato a persone che necessitano di essere accompagnate a visite specialistiche , a terapie e analisi cliniche. 

 

Per conoscere in che cosa consiste il Servizio di Trasporto  ,

TELEFONI AI SEGUENTI NUMERI   :

         

                       3400571168  /  3466205643                        

  

Il servizio è esclusivamente riservato

 

 per i propri associati ! ! !

  

Conoscerà i responsabili ed entrerà in contatto con altri Soci del Comitato, che l’affiancheranno per mostrarle come si svolge la nostra attività .

    SIAMO GLI UNICI AD AVERE UN CARTELLO INOSPITALE  

VIA SANT'ANTONIO
VIA SANT'ANTONIO

Siamo in località Sant’ Antonio e il cartello indica che stiamo entrando nel centro abitato di Buonabitacolo . E’ un cartello privo della dizione “BENVENUTI A BUONABITACOLO” . E’ un cartello “FREDDO” , privo di “gentilezza ed ospitalità” .In altri comuni del Vallo di Diano ciò non succede . Il ComitatoDifesa Consumatori di Buonabitacolo invita l’Amministrazione comunale a sostituire gli attuali cartelli “privi di cortesia e sensibilità“ con dei cartelli idonei ad accogliere chiunque decida di soggiornare nel nostro paese .

         ECCO COME LA PISCINA STA CADENDO A PEZZI .       

              PISCINA COMUNALE DI BUONABITACOLO : FOTO DEL 10 GENNAIO 2015


               BUONABITACOLO  : FUORI DAL PARCO CILENTO-VALLO DI DIANO      

Dopo la petizione popolare contro il pagamento dell’Imu sui terreni agricoli montani che ha avuto l’esito sperato, il Comitato cittadino ‘DIFESA CONSUMATORI’ riparte all’attacco.

A finire sul banco degli imputati questa volta è il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

L’Ente, istituito nel 1991 che circoscrive un’area protetta di 181.048 ettari sulla terra ferma, e 9000 in mare, si è prefisso lo scopo di sviluppare il territorio, salvaguardando l’ambiente, la flora, la fauna e, soprattutto creare uno sbocco occupazionale e di sviluppo in quelle aree che da sempre hanno convissuto con una crisi di identità dettata dalle istituzioni.

In venti anni di gestione, tutto ciò non è avvenuto anzi, entrando nello specifico, e scandagliando il territorio palmo dopo palmo, possiamo affermare che in alcune zone è avvenuto l’esatto contrario.

Un Parco dalla doppia faccia, se da un lato la sua azione ha portato “progresso”, ( vedi zone costiere) dall’altro come nel caso specifico del comune di Buonabitacolo, ( occupata per un ampio raggio dal Parco ) ha creato disagio ai cittadini, i quali recriminano da sempre la non utilità di questo strumento     ( così come è stato gestito ) portatore di vincoli, di distruzione ( basta guardare i tanti animali che vivono liberamente senza controllo alcuno ) e non coerente con le premesse che lo hanno visto nascere e crescere, insomma, una sorta di catena al piede per il territorio di Buonabitacolo, vincolato e disagiato .

“Basta prese in giro , sono anni che i vertici dell’Ente ci purgano con promesse e sogni mai realizzati. Il Parco così com’è ci costringe a una burocrazia asfissiante e a un tenore di vita vincolato dalle loro leggi irrazionali. Speravamo nello sviluppo del territorio e invece ci siamo ritrovati circoscritti tra le nostre mura. Invitiamo tutti i cittadini ad aderire alla nostra iniziativa e soprattutto a firmare la petizione popolare. L’unione fa la forza, uniti possiamo lottare per ripristinare quei diritti che spesso ci sono negati ”.

ECCO QUANTO PUO' GUADAGNARE IL DIRETTORE DEL PARCO

retribuzione_direttore.pdf
Documento Adobe Acrobat 5.8 KB

     RIMOSSO L'INUTILE PALO ENEL VILLA S. BIAGIO    

                          PRIMA                                                    DOPO

- Come richiesto dal Comitato Difesa Consumantori, il palo di cemento ENEL
sulla villa di San Biagio è stato rimosso. 
In allegato le immagini. Grazie per la collaborazione. Saluti
Elia Rinaldi - il Sindaco


IL COMITATO DIFESA CONSUMATORI RINGRAZIA IL SINDACO E L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BUONABITACOLO PER L'ALTO SENSO CIVICO DIMOSTRATO NELL'ACCOGLIMENTO DELLA NOSTRA SEGNALAZIONE.

   RESA FUNZIONALE LA FONTANA VILLA S. BIAGIO 

                  PRIMA                                                DOPO

- Come richiesto dal Comitato Difesa Consumantori, la fontana collocata sulla villa di San Biagio è stata resa funzionate, attraverso la sostituzione del rubinetto e la pulizia della vaschetta di deflusso
dell’acqua. In allegato le immagini. Grazie per la collaborazione.
Saluti
Elia Rinaldi - il Sindaco

IL COMITATO DIFESA CONSUMATORI RINGRAZIA IL SINDACO E L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BUONABITACOLO PER L'ALTO SENSO CIVICO DIMOSTRATO NELL'ACCOGLIMENTO DELLA NOSTRA SEGNALAZIONE.

            AMIANTO IN CONTRADA CHIARASTELLA - MONTESANO S/M           

Abbiamo rilevato che taluni cittadini incivili ignoti , continuano indisturbati a violentare costantemente le aree rurali del territorio del comune di Montesano . In località CHIARASTELLA ( Foglio di mappa n.19 di Montesano S/M ) , a circa 300 metri del  Ponte di Tempa Morecene di Buonabitacolo  , si è constatato l’abbandono di rifiuti di ogni genere, amianto compreso. Il Comitato Difesa Consumatori di Sanza , d’intesa con il Comitato di Buonabitacolo ,  hanno inoltrato alle autorità competenti un esposto ufficiale . Il Comitato Difesa Consumatori ha inoltre sensibilizzato le autorità di Polizia affinchè, una volta effettuati i dovuti accertamenti e le altre attività previste per legge , provvedano all’emanazione dei provvedimenti di competenza in merito alla rimozione, al recupero, allo smaltimento dei rifiuti e al conseguente ripristino dello status quo.

ECCO COME L'AREA VIDEO SORVEGLIATA PRODUCE I SUOI EFFETTI !

           IN PIENO GIORNO TUTTO ACCESO ! E LA NOTTE?....TUTTO SPENTO !       

Le foto fanno riferimento al sottopassagio-cavalcavia...all'uscita Caselle in Pittari nord direzione sud...sulla variante bussentina ex ss.517 .

RISPOSTA DELL'ANAS


Spett. le Comitato Difesa Consumatori

Alla c.a. F.to Antonio De Luca

Oggetto: Risposta Pratica 453890 - Segnalazione all'attenzione del responsabile sorveglianza Anas S.S. 517 Bussentina

In merito alla Sua segnalazione con numero  453890  del 24.10.2015

Le comunichiamo che è stato effettuato prontamente un sopralluogo e a presto verrà ripristinata l'illuminazione nell'orario notturno.

La ringraziamo per aver contattato il Servizio al Cliente di ANAS S.p.A.

  LA “TARI” SI PAGA ANCHE CON IL MODELLO  <F24> ! 

L’Ufficio Tributi del Comune di Buonabitacolo anche quest’anno ha inviato ai contribuenti di BUONABITACOLO la “TARI” (tassa sui rifiuti ) allegando all’avviso di pagamento n. 2 bollettini postali . Il versamento della TARI e della tariffa di natura corrispettiva di cui ai commi 667 e 668 ( LEGGE 147/2013 ) è effettuato secondo le disposizioni di cui all'articolo 17 del decreto legislativo n. 241 del 1997, ovvero tramite bollettino di conto corrente postale o tramite le altre modalità di pagamento offerte dai servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari e postali. OVVERO , la TARI si può pagare anche con il modello F24 ! TALE MODELLO E’ ESENTE DA OGNI COMMISSIONE POSTALE O BANCARIA A CARICO DEL CONTRIBUENTE.. I PENSIONATI , I LAVORATORI DIPENDENTI ED AUTONOMI DI BUONABITACOLO, INOLTRE ,  POTRANNO COSI’ COMPENSARE GLI IMPORTI A CREDITO DI PROPRIA SPETTANZA CON DEBITI INERENTI A TRIBUTI INDICATI NELLO STESSO MODELLO F24 , SENZA DOVER SBORSARE ULTERIORI SOMME DI DANARO DI TASCA PROPRIA . L’ART. 31 , comma 2 , del REGOLAMENTO TARI approvato con delibera del Consiglio Comunale n.19 del 09.09.2014 cita : Il tributo comunale per l’anno di riferimento è versato al Comune mediante bollettino di conto corrente postale, ovvero tramite modello di pagamento unificato di cui all’articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n° 241.” L’avviso di pagamento della TARI inviato dall’Ufficio Tributi del comune di Buonabitacolo non riporta alcun riferimento circa il pagamento della TARI con il modello F24 ! Il Comitato Difesa Consumatori invita i contribuenti di Buonabitacolo a contattare i propri consulenti per i corretti adempimenti di versamento alternativi della TARI . 

        ANTENNE IN VIA PENNINO       

Con nota del 30.07.2013 protocollo 3286/2013 , il responsabile dell’area tecnica del comune di Buonabitacolo rese noto , mediante pubblicazione all’Albo Pretorio online , che “ con nota acquisita al protocollo 2156/2013 la Società ERICSSON spa con sede in Roma ,  inoltrò al comune di Buonabitacolo una richiesta ufficiale di autorizzazione all’istallazione di una infrastruttura di comunicazione elettronica per impianti radioelettrici con potenza inferiore a 20 WATT .  L’infrastruttura consisteva di un palo di acciaio avente altezza fuori terra di metri 34 e di installazione di sei antenne e tre parabole la cui ubicazione era prevista in località Pennino di Buonabitacolo è precisamente in catasto al Foglio 11 , particella 269 .   Il COMITATO DIFESA CONSUMATORI DI BUONABITACOLO chiese al comune di Buonabitacolo che si procedesse ad un puntuale e capillare monitoraggio delle misurazioni delle emissioni di onde elettromagnetiche sull’intero territorio comunale e in particolare nell'area  di " via Pennino" prima e dopo l’eventuale rilascio della autorizzazione alla società ERICSSON spa, poiché la caratteristica dei campi magnetici, in prossimità delle sorgenti di emissione, è quella di variare al variare della frequenza, cosi come variano i meccanismi di interazione di tali campi con i tessuti biologici, con possibili conseguenze dannose per la salute di chi è esposto a detti campi . Il COMITATO DIFESA CONSUMATORI DI BUONABITACOLO ritenne che la salute dei cittadini veniva prima degli interessi economici delle società commerciali  . Il comune di Buonabitacolo si  limitò a rendere nota la notizia solo tramite l’Albo Pretorio : nessuna assemblea pubblica fu indetta e programmata tempestivamente per informare correttamente i cittadini  residenti nei pressi dell’area oggetto di richiesta di autorizzazione  .  Il Comitato Difesa Consumatori decise di informare la magistratura su quanto si prospettava in via Pennino . Chiedemmo ai cittadini di sottoscrivere l’esposto alla magistratura , ma il risultato fu deludente !

NESSUNO EBBE IL CORAGGIO DI FIRMARE !

I CITTADINI INTERPELLATI CI CHIUSERO TUTTI LA PORTA IN FACCIA ! 

ERA IL 1° AGOSTO 2013! ! !

Decidemmo , pertanto , di non inoltrare alcun esposto ! ! !

      LA PATENTE DI GUIDA È UN VERO E PROPRIO DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO      

La patente di guida è un documento di riconoscimento oppure no? In tanti ce lo siamo chiesti quando alla sua esibizione, magari in banca, ci siamo sentiti dire che non poteva essere accettato come documento identificativo.                                                                  

 

La funzione di documento di riconoscimento della patente di guida è invece confermata all’art. 35 del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa (Dpr n. 445 del 28.12.2000), art. 35.

 

Il Dpr indica, tra l’altro, quali sono i documenti equipollenti alla carta d’identità:

 

–     il passaporto

–     la patente di guida

–     la patente nautica

–     il libretto della pensione

–     il patentino di abilitazione alla conduzione di impianti termici

–     il porto d’armi.

 

Inoltre, la patente di guida è riconosciuta come documento valido anche per viaggiare su voli all’interno del territorio italiano.

 

           LA LEGGE NON E’ UGUALE PER TUTTI          

Dal mese di luglio 2015 Nichi Vendola, a soli 57 anni e con 3 anni di anticipo, è ufficialmente un pensionato. L’ex presidente della Puglia, leader di Sinistra Ecologia Libertà può già godere del frutto di tanta attività politica: 5.618 euro lordi, quanto gli spetta per dieci anni di incarichi in Regione. Inoltre la fine della consiliatura pugliese gli ha dato diritto, oltre al vitalizio, a un assegno di 198 mila euro lordi di indennità di fine mandato.

PER I POLITICI NON ESISTE L’INCREMENTO DELL’ASPETTATIVA DI VITA !!!

 

ARTIGIANI-COMMERCIANTI- AGRICOLTORI – DIPENDENTI E LIBERI PROFESSIONISTI ,PER AVERE UNA PENSIONE DA FAME , DEVONO ATTENDERE 67 ANNI DI ETA’ ED ALMENO 20 ANNI DI CONTRIBUTI ! 

La Suprema Corte equipara gli utenti dei social media a giornalisti.

La prima sezione penale della Cassazione con sentenza n. 24431/15  è tornata ad esprimersi su un tema giuridico di rilevante interesse nell'era della telematica, dei blog e dei social network.

In particolare, La Cassazione ha deciso di equiparare la diffamazione commessa nel mondo virtuale, a quella aggravata perchè a mezzo stampa.

Richiamando la propria precedente giurisprudenza sulla possibilità di diffamazione via internet, la Corte ha precisato che l'aggravante rileva «nella potenzialità, nella idoneità e nella capacità del mezzo utilizzato per la consumazione del reato a coinvolgere e raggiungere una pluralità di persone (...) con ciò cagionando un maggiore e più diffuso danno alla persona offesa».

Si tratta, invero, di una statuizione di notevole rilievo pratico:  la pena per la fattispecie aggravata, difatti, è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore ad euro 516.

La decisione, peraltro, si segnala poichè in controtendenza rispetto alle attuali  discussioni sull'eliminazione della pena carceraria per la diffamazione a mezzo stampa.

Epperò, nella sua attuale lettera, l'art. 595 c.p. riferisce di «qualsiasi altro mezzo di pubblicità», pertanto la Corte ha ritenuto che la rete di amicizie di Facebook abbia potenzialmente la capacità di raggiungere un numero indeterminato di persone e di amplificare l'offesa in ambiti sociali allargati e concentrici.

Peraltro, la giurisprudenza nel tempo aveva già fatto rientrare, ad esempio, nell'ipotesi di diffamazione aggravata ai sensi del comma terzo dell'art.595 c.p. il pubblico comizio, l'utilizzo, al fine di inviare un messaggio, della posta elettronica secondo le modalità del forward e cioè verso una pluralità di destinatari, trattandosi di mezzi anch'essi idonei a provocare un'ampia ed indiscriminata diffusione della notizia tra un numero indeterminato di persone.

 PREMI COMUNITARI SOLO PER CHI SVOLGE ATTIVITA’ AGRICOLA

Agea, con la circolare n. 121 del 1 marzo 2016, ha ridelineato le caratteristiche che deve avere l’agricoltore in attività, figura operante nel comparto agricolo di recente introduzione, ma di fondamentale importanza in quanto l’articolo 9 del Regolamento Ue n. 1307/2013 stabilisce che

 

“Non sono concessi pagamenti diretti a persone fisiche o giuridiche, o ad associazioni di persone fisiche o giuridiche, le cui superfici agricole sono principalmente superfici mantenute naturalmente in uno stato idoneo al pascolo o alla coltivazione e che non svolgono su tali superfici l'attività minima definita dagli Stati membri a norma dell'articolo 4, paragrafo 2, lettera b).”.

 

In altri termini, per poter fruire dei pagamenti diretti e quindi dei contributi comunitari contenuti nella Pac (2014-2020) è necessario essere un agricoltore in attività.

 

A tal fine, si considerano tali le persone fisiche o giuridiche che ai sensi dell’articolo 3, comma 2, DM 6513/2014, al momento della presentazione della domanda di aiuto, dimostrano di possedere alternativamente uno dei seguenti requisiti:

 

•   iscrizione all’Inps come coltivatori diretti, Iap, coloni o mezzadri;

possesso della partita Iva attiva in campo agricolo e, a partire dal 2016, con dichiarazione annuale Iva relativa all’anno precedente la presentazione della domanda.

 

 

IMPIANTI SPORTIVI : VIETATO ABBANDONARE I RIFIUTI !    

MAFIA : BENI CONFISCATI 

La legge n. 109 del 7 marzo 1996 venne approvata in sede deliberante dalla Commissione Giustizia, in tempi da record e a legislatura finita. Esistono tre diverse categorie di beni confiscati, ognuna con una precisa disciplina.

beni mobili: denaro contante e assegni, liquidità e titoli, crediti personali (cambiali, libretti al portatore, altre obbligazioni), oppure autoveicoli, natanti e beni mobili non facenti parte di patrimoni aziendali. Di norma, le somme di denaro confiscate o quelle ricavate dalla vendita di altri beni mobili sono finalizzate alla gestione attiva di altri beni confiscati. 

beni immobili: appartamenti, ville, terreni edificabili o agricoli. Hanno un alto valore simbolico, perché rappresentano in modo concreto il potere che il boss può esercitare sul territorio che lo circonda, e sono spesso i luoghi prescelti per gli incontri tra le diverse famiglie mafiose. Lo Stato può decidere di utilizzarli per "finalità di giustizia, di ordine pubblico e di protezione civile" come recita la normativa, ovvero trasferirli al patrimonio del comune nel quale insistono. L'ente locale potrà poi amministrarli direttamente o assegnarli a titolo gratuito ad associazioni, comunità e organizzazioni di volontariato. Un caso particolare è rappresentato da quei luoghi confiscati per il reato di agevolazione dell'uso di sostanze stupefacenti: il bene sarà assegnato preferibilmente ad associazioni e centri di recupero per persone tossicodipendenti.

beni aziendali: fonti principali di riciclaggio del denaro proveniente da affari illeciti. I sequestri e le confische coprono una vasta gamma di settori di investimento: industrie attive nel settore edilizio; aziende agroalimentari ; ristoranti e pizzerie praticamente ovunque

                         sito aggiornato alla data del 23 aprile 2016 

 

eharmony.com contador de visitas Contatore visite